Zone climatiche Italia, quando va acceso e spento il riscaldamento

" Le zone climatiche in Italia servono da indicazione per sapere quando va acceso e spento il riscaldamento nel periodo interessato, così come stabilito dalla legge. "

Data: 15/11/19 | Vista: 207

Zone climatiche Italia, quando va acceso e spento il riscaldamento

Zone climatiche Italia, un Decreto per il riscaldamento

La definizione delle zone climatiche in Italia è stata resa pubblica attraverso il DPR n.412 del 26 agosto 1993 che tratta il Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in attuazione dell'art. 4, comma 4, della L. 9 gennaio 1991, n. 10. Tale DPR precisa le modalità di accensione e di spegnimento del riscaldamento nei vari Comuni del nostro Paese. 

Prima di entrare nel dettaglio dell'argomento di oggi, ti ricordiamo che il nostro centro assistenza per caldaie e scaldabagni a Roma è a tua disposizione per offrirti manutenzione ordinaria e straordinaria per i tuoi impianti. Inoltre, siamo azienda autorizzata dal Comune per il rinnovo del bollino blu per la caldaia a Roma.

Contattaci per maggiori info!

Zone climatiche in Italia 2019

La definizione delle zone climatiche resta la medesima ogni anno, ma a discrezione del Sindaco del singolo Comune, in caso di meteo avverso, questi può emanare un'ordinanza che consente ai cittadini di accendere il riscaldamento in via eccezionale, ma solo per un numero di ore complessive pari alla metà di quelle previste nel piano ordinario. 

Dunque, le zone climatiche vanno non solo a definire la data di accensione e di spegnimento dei riscaldamenti, ma anche a stabilire le ore complessive di accensione durante la giornata. Unica eccezione è prevista per i residenti in Zona Climatica F, che avendo un clima più rigido hanno indicazioni meno stringenti: in ogni caso, l'impianto può restare in funzione solo dalle ore 5 alle 23:30. 

Quando è possibile accendere il riscaldamento

Il DPR prevede una precisa tabella relativa alle zone climatiche, che indica le aree divise da A ad F, i relativi Comuni compresi, i gradi giorno, il periodo di accensione e di spegnimento e l'orario consentito di accensione. 

Ecco di seguito le indicazioni delle fasce:

  • Zona Climatica A: dal 1° dicembre al 15 marzo. Accensione per massimo 6 ore al giorno
  • Zona Climatica B: dal 1° dicembre al 31 marzo. Accensione per massimo 8 ore giornaliere
  • Zona Climatica C: dal 15 novembre al 31 marzo. Accensione per massimo 10 ore al giorno
  • Zona Climatica D: dal 1° novembre al 15 aprile. Accensione per massimo 12 ore al giorno
  • Zona Climatica E: dal 15 ottobre al 15 aprile. Accensione per massimo 14 ore giornaliere
  • Zona Climatica F: nessuna limitazione

Vuoi sistemare il tuo impianto per l'inverno? Contattaci per maggiori info, siamo qui per te!


Torna Su