Incentivi caldaie, il DL 63 del 2013

" Sono entrate in vigore dal 6 giugno 2013 le nuove detrazioni fiscali Irpef del 50% e del 65% (ex 55%) grazie al DL 63/2013. Ecco tutto quello che c'è da sapere sui nuovi incentivi. "

Data: 12/6/17 | Vista: 4529

Incentivi caldaie, il DL 63 del 2013

Gli incentivi fiscali e le novità introdotte dal DL 63/2013

Il Governo Letta con il DL 63/2013 ha prorogato fino al 31 dicembre 2013 la detrazione Irpef del 50% per le spese sostenute per gli interventi edilizi e ha innalzato al 65% e prorogato le detrazioni fiscali legate all'acquisto delle caldaie a condensazione e di altri strumenti tecnologici volti al miglioramento energetico degli immobili. La possibilità di accedere agli incentivi fiscali, poi, è stata di anno in anno prorogata fino al 31 dicembre 2015.

Desideri avere maggiori informazioni? Contatta il nostro servizio tecnico!

Detrazione 65% (ex 55%) Irpef per l'efficienza energetica

Il DL 63/2013 ha innalzato al 65% la detrazione Irpef che può essere richiesta in seguito agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici rendendola disponibile anche ai condomini. La prima novità al riguardo è proprio l'innalzamento dell'aliquota detraibile che passa dal 55% al 65%; l'altra novità è che ha decorrenza anticipata: è valida quindi per le spese sostenute a partire dal 6 giugno 2013.

Quando può essere richiesta?

La detrazione Irpef del 65% può essere richiesta fino al 31 dicembre 2015, quindi, nel caso dell'acquisto di:

  • pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria;
  • caldaie a condensazione;
  • finestre con infissi più efficienti e strutture opache;
  • interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Non può essere richiesta, invece, per la sostituzione degli impianti di riscaldamento con impianti geotermici né per la sostituzione dei vecchi scaldabagni con degli scaldabagni con pompa di calore.

La manutenzione ordinaria e straordinaria e gli incentivi del 50%

Le spese legate all'acquisto di prodotti legati alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti tecnologici rientrano nella detrazione Irpef del 50%. Questo incentivo, in particolare può essere richiesto, tra l'altro, per:

  • manutenzione ordinaria degli impianti tecnologici: rientrano in questa categoria le opere di riparazione e sostituzione volte a migliorare o a mantenere efficienti nel tempo gli impianti già installati;

  • manutenzione straordinaria degli impianti tecnologici: tutte le opere volte all'integrazione o alla realizzazione di nuovi servizi tecnologici.

Iva agevolata al 10% sui servizi professionali di manutenzione

Oltre alle due detrazioni del 65% e del 50% è possibile ancora richiedere l'Iva agevolata al 10% per gli interventi professionali volti alla riqualificazione energetica degli edifici.

Grazie a queste agevolazioni, è il momento migliore per sostituire la vecchia caldaia murale con un modello a condensazione: dai uno sguardo ai nostri prodotti e contattaci!

(foto: Images_of_Money - Flickr)

Richiedi Informazioni

"Incentivi caldaie, il DL 63 del 2013 "

Voto: 3 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su