Detrazioni fiscali 65, tutti i dettagli sulle pompe di calore

" Il Senato ha reintrodotto gli impianti geotermici, quelli a pompe di calore e gli scaldacqua a pompa di calore tra le attività oggetto delle detrazioni fiscali del 65%. "

Data: 1/1/17 | Vista: 2145

Detrazioni fiscali 65, tutti i dettagli sulle pompe di calore

Detrazioni fiscali del 65%: tutte le attività incluse nell'agevolazione

Il testo del DL63/2013, quello in merito alle detrazioni fiscali rivolte all'ammodernamento energetico degli edifici è stato oggetto di ulteriori modifiche. Il testo stilato dal Governo Letta è stato presentato al Senato che ha proposto e ottenuto l'inserimento nella detrazione del 65% le categorie precedentemente escluse: gli impianti di riscaldamento con pompa di calore, gli impianti geotermici e gli scaldacqua con pompa di calore.

Desideri ulteriori informazioni sugli incentivi fiscali? Contattaci!

Cosa cambia con le nuove detrazioni fiscali?

Sono state incluse nelle detrazioni fiscali del 65% volte alla riqualificazione energetica degli edifici anche le spese relative all'acquisto degli scaldacqua con pompe di calore, la realizzazione di impianti geotermici a bassa entalpia e quelli con pompe di calore. Resta invariata la possibilità di richiedere le agevolazioni fiscali per le seguenti categorie di prodotti e impianti:

  • acquisto di caldaie a condensazione;
  • acquisto di pannelli per la produzione di acqua calda sanitaria;
  • installazione di finestre oscuranti e strutture opache;
  • interventi volti alla riqualificazione energetica dell'edificio;
  • lavori su oltre il 25% degli involucri condominiali.

Gli altri interventi introdotti nella detrazione fiscale

L'ambito delle detrazioni fiscali ha visto anche l'estensione delle agevolazioni fiscali sotto forma di detrazione del 50% ai grandi elettrodomestici già riservata ai mobili e alle ristrutturazioni. Per richiederle i contribuenti devono eseguire i pagamenti con metodi tracciabili (bonifico postale o bancario). La causale del bonifico, inoltre, deve essere quella attualmente utilizzata dalle banche e dagli uffici postali per i lavori di ristrutturazione oggetto delle agevolazioni; il codice fiscale del beneficiario e la partita Iva o il codice fiscale della persona alla quale viene effettuato il bonifico.

Per maggiori informazioni, contatta il nostro servizio tecnico!

(foto: Public Domain Photos - Flickr)

Scarica il file PDF

Scarica il file PDF

Richiedi Informazioni

"Detrazioni fiscali 65, tutti i dettagli sulle pompe di calore "

Voto: 3 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su