Climatizzatore o deumidificatore, quale conviene

" Per le utenze domestiche, quale macchina conviene di più: il climatizzatore o il deumidificatore? Scopriamolo assieme! "

Data: 27/2/18 | Vista: 510

Climatizzatore o deumidificatore, quale conviene

Climatizzatore o deumidificatore, quale scegliere in base alle proprie esigenze

La scelta fra climatizzatore o deumidificatore per ridurre l'umidità di casa non è semplice da fare, poiché si tratta di due macchine molto diverse fra loro che, sebbene svolgano egregiamente il loro lavoro, danno il meglio di sé solo in specifiche condizioni. 

Prima di passare al nostro approfondimento vero e proprio, che ne dici di dare uno sguardo alla vetrina delle offerte? E se hai bisogno di un tecnico qualificato per un consiglio, contattaci senza indugio: siamo qui per te! 

Climatizzatore e funzione “Dry” per deumidificare casa

Ogni climatizzatore ha una funzione “Dry” incorporata, ovvero consente di deumidificare l'ambiente e di rinfrescare parzialmente l'aria. Tale funzione si rivela assai utile nei mesi più caldi, in quanto il climatizzatore riesce a mantenere costante l'umidità della stanza evitando la classica cappa di calore. 

In inverno, però, la funzione deumidificatore “Dry” del climatizzatore si rivela meno comoda, in quanto le condizioni climatiche esterne influiscono sulla resa del motore, specie in quei luoghi dove gli inverni sono più rigidi. 

In linea generale, un climatizzatore da 9000 BTU ha una capacità di raccolta di circa 0,7 litri di acqua all'ora. 

Deumidificatore, come funziona? 

Sostanzialmente, il deumidificatore compie le stesse azioni del climatizzatore con funzione “Dry”, ovvero riduce il tasso di umidità all'interno della stanza in cui è posto. C'è da dire, però, che il deumidificatore ha, in media, la stessa resa del climatizzatore in termini di raccolta dell'acqua, ma consumi nettamente inferiori.

Inoltre, un deumidificatore non ha problemi a funzionare anche in caso di temperature esterne rigide, poiché non ha motori posti all'esterno. Certo, però, è importante ricordare che non riesce a rinfrescare l'ambiente come il climatizzatore: quindi, al contrario di questi, non è indicato da utilizzare nei periodi estivi. 

Qual è la soluzione migliore per eliminare l'umidità?

Da quanto descritto, avrai di certo capito che la scelta resta molto soggettiva. L'impiego di un climatizzatore per eliminare l'umidità è maggiormente indicato nei periodi caldi o in quei luoghi dove gli inverni non sono mai particolarmente rigidi. Considera, però, i consumi di energia elettrica: per un climatizzatore da 9000 BTU si consumano circa 900 W, contro i 300 W di media di un deumidificatore. 

Il deumidificatore è perfetto sia in estate, che in inverno, poiché non risente delle temperature esterne non avendo componenti al di fuori della macchina stessa. La quantità di raccolta delle acque è la medesima del climatizzatore, ma a differenza di questi non riesce a rinfrescare l'aria adeguatamente: dunque, per l'estate non è proprio l'ideale. 

Se sei indeciso e non sai cosa scegliere, contattaci per un appuntamento: vaglieremo assieme le tue necessità e ti aiuteremo nella scelta dell'impianto più giusto per te! 


Richiedi Informazioni

"Climatizzatore o deumidificatore, quale conviene "

Voto: 5 su 5
di 2 votanti.

Voti Articolo


Torna Su